01-logo-pnd-10cm

Corso di Psico Neuroenergetica

La Psico Neuroenergetica studia l’interazione tra il cervello, i computer, la psiche i campi elettromagnetici e le energie sottili. Il cervello è un elaboratore di informazioni e programmi, come un computer. La psiche genera forma pensiero, che condizionano il corpo e l’ambiente attraverso un processo di trasmissione e ricezione di segnali, proprio come fanno gli apparecchi digitali. Le energie sottili sono presente ovunque e l’uomo è connesso al prana vitale. L’esposizione eccessiva alle informazioni digitali e l’uso continuo di schermi “touch” può provocare l’alterazione della salute, la sconnessione psichica, la congestione pranica e la sconessione con le energie sottili della Natura. La Psico Neuroenergetica è stata ideata da Enzo Di Frenna, fondatore di una organizzazione no profit per la prevenzione delle videodipendeneze. I suoi postulati sono stati anticipati nel libro “Atmo Dinkar e il segreto del tesoro interiore”, che illustra il rapporto uomo-macchine-energia. I corsi si tengono regolarmente dal 2014.

L’uso delle nuove tecnologie di comunicazione è sempre più invasivo nella vita di ogni individuo: a casa, sul lavoro, in mobilità. Usiamo schermi per molte ore al giorni schermi e siamo sempre connessi. Il sovraccarico informativo – chiamato Information Overload dal suo inventore, il dott. Saul Wurman, ha effetti deleteri sulla salute e sul comportamento umano, può causare TecnoStress e internet addiction disorder (IAD, internet dipendenza). Inoltre, gli schermi funzionano grazie all’emissione di campi elettromagnetici, che sono un rischio per la salute: una sentenza della Cassazione nel 2012 ha obbligato l’INAIL a pagare una pensione di invalidità a un manager di Brescia, per aver contratto un tumore al cervello dopo aver usato per molti anni il cellulare smartphone per motivi professionali. I campi elettromagnetici possono inoltre alterare la salute dell’Aura Vitale e dei Chakra, scatenando reazioni avverse sugli organi vitali e il funzionamento neurocerebrale. Il Testo Unico 81/2008 e il successivo D.lgs 106/2009 hanno reso obbligatoria la valutazione dello stress lavoro correlato e la necessità di una formazione per la prevenzione del rischio. Il TecnoStress è incluso nell’elenco delle nuove malattie professionali (sentenza Guariniello, 2007) e consiste in una disfunzione degli equilibri psicocorporei dell’organismo, che può divenire cronico e logorare l’individuo. Può causare molti disturbi: ansia, ipertensione, insonnia, calo della concentrazione, disturbi gastrointestinali e cardiocircolatori, disturbi dell’alimentazione, alterazioni comportamentali, disturbi della sfera sessuale e relazionale. In generale, l’individuo registra un malessere generale, dovuto ai ritmi veloci di vita imposti dall’uso delle nuove tecnologie. La Internet Addiction Disorder (Internet Dipendenza) è stata inserita in via preliminare nel DMS V, il Manuale Diagnostigno mondiale della Malattie Psichiatriche. Si divide in cinque categorie:
1) Internet information;
2) social network;
3) giochi on line;
4) pornografia on line;
5) internet shopping.

EFFETTI DANNOSI SU AURA E CHAKRA, CONGESTIONI PRANICHE, CAMPO VITALE UMANO E HABITAT

La medicina orientale illustra il ruolo del’energia vitale per la tutela della salute. Ogni individuo possiede un’Aura Vitale, che funziona grazie al movimento dei Chakra (termine sanscrito che indica “ruota”, cioè vortice di energia). Allo stesso tempo, l’agopuntura e tecniche come lo Shiatsu descrivono i “merdiani energetici” presenti all’interno del corpo umano: l’alterazione di questi flussi di energia porta scompensi alla salute. Gli schermi emettono campi elettromagnetici e hanno un impatto sull’Aura VItale e sui Chakra. Allo stesso tempo, hanno un impatto energetico anche sull’habitat: la casa, l’ufficio, luoghi pubblici e privati. Questi effetti sono poco studiati. In particolare le “congestioni praniche” possono favorire l’inquinamento eterico di un ambiente, che si riflette poi sull’Aura Vitale dell’individuo. Oppure, viceversa, tali congestioni alterano il campo energetico dell’individuo e possono favorire l’insorgere di disturbi. L’energia dell’Aura Vitale è di tipo “sottile”, cioè appartine alla sfera eterica che circonda ogni organismo vivente e ogni oggetto. Anche gli schermi, dunque, possiedono un campo eterico. Questo campo interagisce con l’Aura umana e con l’ambiente, creando forti congestioni praniche, spesso di colore grigio. Tale interazione può alterare anche il corretto funzionamento dei Chakra e dei meridiani energetici presenti nel corpo. Un esempio? L’orologio touch screen, i tablet e, fra alcuni anni, i Google Glass (occhiali digitali).

TUTTO E’ ENERGIA SCHERMI, INFORMAZIONE,  MAPPE MENTALI, AURA VITALE

Gli schermi funzionano grazie all’energia. Le informazioni stesse sono energie. I supporti ineinformatici, chiamate memorie, archiviano informazioni grazie all’eenrgia molecolare. Le unità fondamentali di informazione, i BIT, sono energia. La tecnolgi atouch screen (tablet, iPhone, ecc) usa il principio della “comunicazione tra energie” per veicolare un messaggio. Nel 2011 in Canada la società Dwave ha commercializzato il primo computer quantico, con microchip a 128 Qbit (quantic bit), dimostrando un principio olistico antico: gli atomi memorizzano informazioni grazie all’energia. Partendo da questa “traccia” il corso illustra il funzionamento dell’energia – fisica, quantistica ede eterica sottile – all’interno del processo di crescita e evoluzione di un organismo vivente. L’energia “malata” o “congestionata” può alterare la salute dell’individuo. L’eccesso di tecnologia digitale, schermi, informazioni, crea una “nuvola energetica” alterata, o disfunzioni corpuscolari, che hanno effetti dannosi sull’aura vitale e sui chackra. Di conseuguenza, secondo gli insegnamenti della medicina orientale, tale squilibrio si trasmette agli organi vitali e all’intero organismo. Allo stesso tempo anche il cervello funziona grazie all’interazione ci circuiti elettrici neuronali. I pensieri stessi sono energia. La “mappa personale” serve a individuare le forme pensiero limitanti, insalubri, sviluppando una nuova consapevolezza verso il “computer mentale”, sottoposto a programmazioni come qualsiasi altra cosa in natura. Il corso illustrerà tale meccanismo e la correlazione tra uomo e schermi.

La metodologia della Psico Neuroenergetica aiuta a riconnettersi con il proprio “avatar interiore” per conseguire i seguenti obiettivi:

1) contrastare l’incantesimo degli schermi.
2) ridurre la dipendenza dalle nuove tecnologie e informazioni digitali.
3) recuperare uno stato di benessere attraverso la meditazione e la pratiche olistiche.
4) avviare un percorso di autoconoscenza della propria mappa mentale
5) attivare la percezione energetica sottile che permea ogni cosa

COSA IMPARERAI NEL CORSO (argomenti)

• il tesoro della Mappa Personale
• programmazione informatica e cognitiva
• il processo informativo nell’era digitale
• schermi e interazione cerebrale
• informazione e forme di energia
• i nuovi rischi per la salute: TecnoStress e IAD
• device digitali e campi elettromagnetici
• campi EM e normativa europea per la tutela della salute
• campi EM e rischio cancro al cervello
• campi EM e rischio patologie sessuali
• interazione uomo, macchina, energia vitale
• tecnologia e ambiente umano: correlazioni
• aura vitale e chakra: funzionamento
• percezione dell’energia umana e ambientale
• hand scanning • scanning dei chakra
• scanning delle congestioni
• scanning congestioni prodotte dagli schermi
• tecnologia e geopatologie
• come creare un ambiente di lavoro sano e bio
• scanning congestioni geopatogene
• tecniiche di prevenzione olistiche
• il digiuno digitale
• la disintossicazione informativa
• la meditazione: effetti calmanti e salutari
• Riconnessione Umana e Solare (intro)
• Tecniche di meditazione per l’Equilibrio Digitale

REGISTRATI QUI PER CONOSCERE
LA DATA DEL PROSSIMO CORSO