Giornalista professionista, autore Self Publisher e formatore qualificato A.I.F.E.S. (Associazione italiana Formatori ed Esperti di Sicurezza sul lavoro). Scrivo per Il Fatto Quotidiano e il mensile “Fortune” (edizione italiana) sui temi del lavoro digitale e rischio TecnoStress. Sul questo BLOG approfondisco gli argomenti che tratto nei miei libri e nei corsi di formazione professionale, con rilascio di attestati validi ai sensi del Decreto Legislativo 81-2008 (sicurezza sul lavoro) e Decreto Legislativo 81 del 2017 (lavoro agile, smart working). 

Il lato nascosto dell'informazione

Lavoro con l’informazione da oltre 30 anni e sono oggi un Self Publisher, cioè un autore ed editore di me stesso. Studio in che modo gli schermi catturano l’Attenzione nel processo di promuovere, vendere e pubblicare su internet, ma anche come influenzano la mente e la percezione della realtà.

Esiste un lato visibile dell’informazione, cioè le news, i testi, le foto, i video che consentono di lavorare e guadagnare online, ma esiste anche un lato nascosto dell’informazione (invisibile agli occhi della maggior parte delle persone) che riguarda le energie eteriche prodotte dagli schermi, le forme pensiero delle parole, le onde elettromagnetiche di ricetrasmissione, le tecniche di manipolazione mentale, i campi informativi quantistici. Su questo BLOG approfondisco il “lato nascosto dell’informazione” e pubblico news per capire in che direzione va il mondo digitale, continuando a fare il mio mestiere di giornalista in modo indipendente.

Dal 1996 sono considerato il principale esperto europeo del rischio TecnoStress nel lavoro digitale ed oggi mi occupo di rischio Smart Working. Gli schermi e Internet sono una grande opportunità di lavoro, ma rappresentano anche un pericolo per la salute sul piano fisico, eterico, astrale e mentale.

La mia storia professionale

Lavoro con l’informazione dal 1986 e un giorno mi sono chiesto: di cosa è composta l’informazione? Una parte è visibile (il segno, l’immagine) e una parte è invisibile (la parola, il suono, i bit, l’energia sottile). L’informazione è quindi un’energia che cattura la nostra Attenzione e agisce su vari piani dell’esistenza. Ma cosa è poi l’Attenzione? Di cosa è composta?  Il termine deriva dal latino “attentio-onis”, derivato di “attendĕre ” cioè “rivolgere l’animo” , o anche l’atto di rivolgere la mente verso un oggetto/soggetto, scegliendo anche la direzione. Dunque l’Attenzione è l’antenna che la mente usa per selezionare e registrare ogni cosa. È un “sensore biologico” che invia informazioni visibili e invisibili nell’hard disk mentale. Cosa succede, allora, quando le informazioni sono troppe? La nostra Attenzione si frantuma in mille pezzi, l’hard disk mentale (il cervello) può collassare e ci possiamo ammalare  di TecnoStress, Internet Addiction disorder, Videodipendenze e altre patologie digitali correlate.

E cosa accade se una élite tirannica utilizza la Stampa Corrotta (i Fake Media) per imporci una percezione falsa della realtà? Anche in questo caso ci possiamo ammalare. L’informazione avvelenata può provocare danni fisici e psichici (paura, depressione, trance ipnotica comportamentale), danni pranici (indebolimento del corpo eterico e dell’elettromagnetismo sottile) e infine danni astrali (indebolimento del corpo astrale, aumento di emozioni negative).

Ora ti faccio una domanda: a quali rischi sei esposto se ogni giorno lavori troppe ore con gli schermi digitali e mangi troppe informazioni avvelenate? Il tuo cervello si surriscalda, ti indebolisci, ti ammali e il tuo lavoro (off line e online) va in malora. In sintesi: se la tua vita va in pezzi, va in frantumi anche il tuo business. Le patologie psichiche in agguato sono il TecnoStress (malattia professionale riconosciuta giuridicamente), la Internet Addiction Disorder (IAD), la Social Network Dipendenza, le psicodipendenze digitali. Oppure ci sono altri rischi invisibili e pericolosi, come il cancro al cervello causato dall’eccessiva esposizione ai campi elettromagnetici (soprattutto dei telefoni cellulari), che sono sostanzialmente frequenze energetiche che possono alterare le cellule dell’organismo, ma anche il corpo eterico, astrale e mentale. Con la chiaroveggenza energetica ho potuto osservare i danni che le troppe informazioni e le onde elettromagnetiche provocano al Corpo Eterico e al sistema del Chakra.  Ho descritto questi danni nei miei libri e in alcuni corsi di formazione, grazie all’uso di percezioni extrasensoriali che possiedo dall’età di 20 anni, ulteriormente allenate attraverso la pratica del Pranic Healing che ho appreso nel 1993 dal Maestro Choa Kok Sui.

Un altro tema di cui mi occupo è l’Ipnosi Digitale ©, di cui ho parlato per la prima volta a Roma al Congresso mondiale di Ipnosi nel 2016 e poi nel 2018-2019, intervenendo come relatore e docente. Se vuoi vendere su Internet devi catturare l’attenzione degli altri, ma diventa sempre più difficile farlo perché aumenta il numero delle informazioni disponibili. Come è possibile vincere su Internet tra milioni a milioni di offerte? Quali sono i segreti per catturare e gestire l’Attenzione? Come puoi difenderti dall’élite tirannica che vuole incastrarti in un incantesimo informativo e farti ammalare? Sono alcune domande a cui cerco di dare risposta su questo Blog.

Scrivere, pubblicare e fare informazione.

Sono iscritto al’Ordine nazionale dei Giornalisti dal 1988 e nel 2008 ho superato l’esame da professionista ai sensi della legge 69 del 1963. Ho lavorato con il gruppo editoriale Rizzoli (i settimanali “Il Mondo”, “L’Europeo” e “Oggi”), per il quotidiano inglese “The European“, il quotidiano “La Voce di Montanelli” ed altre testate minori (tra cui il quotidiano “Punto Informatico” sul tema del TecnoStress).  Mi sono sempre occupato di giornalismo investigativo e ho studiato i rischi occulti nell’informazione. Oggi sono un blogger opinionista del “Fatto Quotidiano” e di “Fortune” (edizione italiana) sui temi del lavoro digitale. infine ho ideato il brand editoriale “Macrolibrarsi” (1997, Gruppo Macro Edizioni) oggi leader su internet nel settore olistico, ed ho collaborato con molte case editrici (tra cui Edizioni Mediterranee). Attualmente sono il fondatore e direttore della rivista “AVATARA Atmo Dinkar“, che approfondisce l’era digitale sotto il profilo comunicativo e teosofico. 

In definitiva, ho sempre lavorato con l’informazione. Oggi si parla di infolavoro, infoprodotti, infomarketing, infopublishing, infotainment, infowars… La maggior parte delle professioni e dei business si reggono sulla trasmissione delle informazioni digitali. Anche il mio lavoro di giornalista e scrittore ha subito una trasformazione profonda e attualmente è confluito nell’infopublishing. Ecco perché mi definisco un autore Self Publisher. Sono diventato un autoeditore ed insegno a fare questo lavoro. 

Guadagnare con l’infopublishing, ma senza ammalarsi. 

Cosa vuol dire infopublishing? Il termine deriva da “informazione” + “publishing”, cioè pubblicare informazioni. È una tecnica complessa che richiede  l’uso di molti software,  la conoscenza della scrittura persuasiva (il copywriting), la gestione dei social network, l’uso dell’advertising, l’utilizzo di numerosi tool, programmi di affiliazione, membership, autoresponder, chatbot messenger, software di grafica, video ripresa e montaggio, principi di marketing e molto altro. Il rischio? Il tuo cervello va in sovraccarico informativo e ti ammali.

Su questo BLOG ti insegnerò quello che ho imparato: come scrivere e pubblicare in modo efficace, come auto pubblicare il tuoi libri con le piattaforme di self publishing (ad esempio Amazon KDP), come creare infoprodotti, fare informazione, gestire un blog per vendere e guadagnare, ma allo stesso ti mostrerò i pericoli per la tua salute correlati al sovraccarico informativo e il rischio TecnoStress.

Corsi professionali per difenderti dal TecnoStress.

Dal 1996 sono considerato il principale esperto europeo di prevenzione del rischio TecnoStress

Dal 2007 sono presidente di Netdipendenza Onlus, la prima organizzazione no profit europea che si occupa  di prevenzione del TecnoStress nell’infolavoro. Dal 2013 sono direttore della Scuola di Formazione “PND” (prevenzione Net Dipendenza) e docente dei primi corsi di formazione in Italia ai sensi del Decreto Legislativo 81-2008 (tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro) riconosciuti nel 2013 dall’Associazione italiana Formatori Sicurezza sul Lavoro (Aifos, di cui ho fatto parte per alcuni anni) e dall’Associazione italiana Formatori ed Esperti della Sicurezza sul Lavoro (AiFeS, a cui sono associato oggi in qualità di Centro di Alta Formazione). Nel 2015 ho vinto un premio INAIL per il primo progetto di valutazione del rischio TecnoStress realizzato in una azienda nazionale di informatica. Se sei un imprenditore digitale, infopublisher, infomarketer, social media manager e lavori con le nuove tecnologie digitali, attraverso i miei libri e corsi di formazione puoi imparare a difenderti dal TecnoStress e dagli altri rischi digitali per la salute. 

Ultimi articoli

Libri, Rivista e Corsi professionali

I miei libri

Nei miei libri approfondisco i temi trattati nel mio romanzo fantasy esoterico “Atmo Dinkar e il segreto del tesoro interiore“, pubblicato per la prima volta nel 1998 ed oggi disponibile su Amazon.  Lo considero infatti il mio libro più importante, che rivela le ragioni esoteriche che hanno portato alla nascita dei computer e quali gravi pericoli incombono sull’umanità entro l’anno 2080 d.C. Un Alleato della Luce mi guida in un viaggio fantastico alla scoperta della Mappa Bianca, mentre mi trasformo in Atmo Dinkar ogni volta che pronuncio una parola magica.

la rivista AVATARA

“AVATARA Atmo Dinkar” è la rivista di studi teosofici sull’era digitale che ho fondato nel 2015, con la quale approfondisco il lato nascosto delle informazioni attraverso pubblicazioni monotematiche. Alcuni temi: le cause psicologiche che favoriscono l’incantesimo informativo, le tecniche che modificano i comportamenti sociali attraverso “l’ipnosi digitale”, l’impatto delle nanotecnologie e dei microchip molecolari sulla vita delle persone, il ruolo dell’élite tirannica che vuole trasformare l’essere umano in un cyborg controllato dal remoto. Attraverso la rivista approfondisco gli argomenti trattati nel libro “Atmo Dinkar e il segreto del tesoro Interiore“. Scarica il primo numero registrandoti alla mia lista. 

Corsi D.lgs 81-2008

In questa sezione trovi l’elenco dei miei Corsi per la prevenzione del TecnoStress (attestati validi ai sensi del Decreto legislativo n° 81 del 2008, che tutela la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Dal 2013 promuovo corsi e seminari di aggiornamento professionale (oggi sopratutto in elearning Zoom per esigenze di prevenzione pandemica). Sono  “Metodo Valutazione TecnoStress” per le figure prevenzionali.  Attualmente sono disponibili 6 corsi sui rischi nel lavoro digitale, con rilascio di un attestato valido ai sensi di legge per gli operatori della sicurezza (datori di lavoro, Rspp, Aspp, Rls) più i crediti formativi. Iscriviti alla lista di attesa dei prossimi corsi in programma.

Formazione sul rischio TecnoStress per Professionisti e Aziende

Corsi per Rssp, Imprenditori e Lavoratori

Sono un formatore qualificato sui temi della sicurezza sul lavoro (Decreto legislativo  81 del 2008) e dal 2013 tengo corsi sul rischio TecnoStress e gli altri rischi nel lavoro digitale (Smart Working, Internet Dipendenza, cancro al cervello provocato dalle onde elettromagnetiche, danni alla vista nel lavoro videoterminalista). Al termine dei corsi viene erogato un attestato valido ai sensi di legge e i crediti formativi per le figure prevenzionali (Rspp, Aspp,Rls, datore di lavoro) come prevede la legge italiana. Effettuo anche la Valutazione del rischio TecnoStress all’interno delle aziende (con cui ho vinto un premio INAIL nel 2015) e dal 2021 sono disponibili i seminari elearning su Zoom. Per saperne di più…

Corsi per sopravvivere senza tecnologia

Dal 2005 organizzo corsi per imparare a sopravvivere senza tecnologia per pochi giorni o settimane. Aiuto a sperimentare la disintossicazione informativa e digitale, ricaricarsi di energia vitale a contatto con la Natura, assaporare la profondità del silenzio con la meditazione. I corsi sono tenuti in luoghi incontaminati del pianeta (ad esempio le foreste della Patagonia), in agriturismi molti isolati (dove non arriva nessun segnale di telefonia e non c’è internet). La meditazione e i ritmi musicali tribali sono l’antidoto naturale per ridurre il TecnoStress, il sovraccarico informativo e la dipendenza da connessione digitale. Il  transumanesismo tecno-tirannico che ci vuole “schiavi digitali” si combatte rafforzando la mente e mantenendo sano il corpo con l’alimentazione naturale, lo yoga, le tecniche praniche e olistiche.