Recensione e visione chiaroveggente del libro “L’Amore Consapevole” di Sergio Magaldi

Curiosa recensione, questa. Parlerò di contenuti letterari e di energie invisibili intorno ai manoscritti. Mi da lo spunto il libro “L’Amore consapevole” di Sergio Magaldi (Bibliotheka Edizioni, in libreria e su Amazon), presentato a Roma il 1 giugno 2018 presso il l’istituto Sant’Orsola, a cui ho partecipato come relatore insieme allo scrittore Gioele Magaldi, presidente del Movimento Rooseevelt e Gran Maestro del Grande Oriente Democratico; la giornalista Monica Soldano, il filosofo e storico Filippo Russo e l’economista Nino Galloni.

In quella occasione ho potuto rivelare in pubblico ciò che avevo scoperto anni fa grazie alla mia chiaroveggenza. Ho infatti spiegato agli intervenuti che i libri hanno un campo energetico invisibile. Possiedono cioè un’aura eterica, astrale e psichica (quest’ultima connessa alle energie astrali e psichiche dell’autore) ed infine l’energia eterica dei libri è colorata. Inoltre è possibile osservare un libro con la vista chiaroveggente e intuire cosa contiene, quale “messaggio” emana. In alcuni casi i manoscritti possono essere connessi anche a entità invisibili benefiche o malefiche, ma questo è un argomento più complesso ed esula dalla centralità di questo articolo.

Sulla visione chiaroveggente del libro “L’Amore consapevole” ho mostrato al pubblico alcune slide e Sergio Magaldi, rimasto piacevolmente colpito, mi ha suggerito di riproporre l’argomento in un testo più articolato. Accolgo volentieri l’invito, ma prima è doveroso dare spazio all’aspetto letterario, cioè alla recensione del libro di 468 pagine che Magaldi ha scritto in cinque anni: dico subito che è un formidabile thriller psicologico, un testo ricco di sapienza antica, intrecciata anche con l’erotismo, che mette al centro la figura dell’uomo e della donna come archetipi.

DIDASCALIANella foto in alto da sinistra Sergio Magaldi autore del libro “L’Amore Consapevole”, la giornalista Monica Soldano (al centro), il giornalista e scrittore Enzo Di Frenna (a destra)

DIDASCALIADa sinistra, Sergio Magaldi, Monica Soldano, Gioele Magaldi, Enzo DI Frenna

Il Vangelo di Lazzaro e l’intrigo internazionale massonico.

Il thriller inizia con la scoperta di un antico manoscritto, il Vangelo di Lazzaro, che mostra un Gesù iniziato ai misteri alchemici e mistici. Un’altra figura centrale di questo “vangelo rivelato” è Myriam, cioè Maria Maddalena, la compagna di Gesù sul percorso iniziatico. In breve: un uomo e una donna. E poi il tema dell’amore consapevole. Da qui parte la narrazione e il simbolismo che, da millenni, ruota intorno alle due principali energie da cui scaturisce la vita: il femminile e il maschile. Dall’unione consapevole di queste due entità spirituali, specialmente nell’atto sessuale, si manifesta ogni volta l’atto sacro della creazione. Se il messaggio solare del “Vangelo di Lazzaro” (che esiste solo nella finzione letteraria) fosse diffuso su scala globale, il mondo sarebbe attraversato da una rivoluzione e diverrebbe un luogo migliore in cui vivere, e non più quella società mercantilistica, capitalistica, neoliberista, elitaria, che ha trasformato tutto in merce di consumo, compreso il sesso.

Il protagonista del libro è un direttore editoriale, che è coinvolto suo malgrado in un intrigo internazionale: qualcuno vuole impedirgli la pubblicazione di testi rivoluzionari attraverso la casa editrice Chiaroscuro. Dietro a una misteriosa donna, che si firma Shekinah, si sviluppa l’intero thriller. Chi pedina il direttore editoriale? Cosa vuole ottenere l’organizzazione segreta che esegue gli ordini dell’Eminentissimo? Quale ruolo ha la massoneria mondiale in questo romanzo?

Come ho detto in pubblico al Sant’Orsola, questo libro racchiude molti messaggi. Ci vorrebbero ore per parlare dei vari aspetti che affronta. Non soltanto rispetto al rapporto tra uomo e donna, il sesso e l’amore consapevole, ma anche per quanto riguarda l’egemonia della massoneria neoaristocratica e controiniziatica che vuole dominare il mondo con la finanza globale (e infatti l’Autore cita una fantomatica moneta unica mondiale, il Globus) ed il ruolo degli uomini di cultura, gli intellettuali, gli editori, che sono certamente più vicini agli ideali della massoneria progressista e democratica, che contrasta il piano imperiale delle super logge sovranazionali oligarchiche e si batte per i valori di democrazia, libertà, fratellanza e benessere di ognuno. Basti pensare che, già solo la copertina scelta per “L’Amore consapevole”, contiene simboli per i quali si potrebbe parlare a lungo. Infatti, chi è attento ai dettagli, nota subito che in copertina vi sono due enormi grattacieli, due torri, due colonne… come le colonne dei templi massonici. L’immagine raffigura un’ambientazione stilistica americana, con due edifici che  ricordano le Torri Gemelle abbattute da un discusso attentato terroristico, orchestrato in realtà da organizzazioni segrete che riconducono proprio alle superlogge massoniche neoaristocratiche. Perché questa scelta? Che relazione c’è tra le due torri e l’amore consapevole? Si potrebbe pensare che nella scelta delle due colonne l’Autore ha voluto rappresentare le due Grandi Energie che muovono il mondo: il femminile e il maschile. Oppure, oltre a questa ipotesi, si celano altri messaggi – anche e sopratutto all’interno del libro – decifrabili solo da chi ha accesso a chiavi di lettura sapienziali. Pongo ad esempio alcune domande: c’è all’interno del romanzo un messaggio tra organizzazioni massoniche? C’è un parallelismo tra le Edizioni Chiaroscuro (realtà immaginaria) e la Chiarelettere Edizioni (esistente realmente in Italia) che ha pubblicato nel 2014 il titanico libro di Gioele Magaldi (il figlio di Sergio), “Massoni, società a responsabilità illimitata: la scoperta delle Ur-Lodges“, che rivela per la prima volta l’esistenza di organizzazioni massoniche sovranazionali neoaristocratiche che vogliono dominare il mondo attraverso un imperialismo finanziario antidemocratico? C’è forse una connessione tra la collana di libri “rivoluzionari” che la Chiaroscuro Edizioni vuole pubblicare per rinnovare il mondo (fermando implicitamente i piani degli imperialisti) e la collana di libri annunciata da Gioele Magaldi nel libro “Massoni” (pubblicato da Chiarelettere Edizioni) che mira a sconvolgere, scoperchiare e fermare i piani occulti del potere mondiale? Chissà…

Dal Pranic Healing alla percezione delle energie intorno ai libri.

Prima di descrivere il campo di energia invisibile presente intorno al libro “L’Amore consapevole”, riporto qui la stessa premessa che ho fatto ai miei uditori al Sant’Orsola durante la presentazione del libro a Roma.

Nel 1993, quando ero un collaboratore del settimanale L’Europeo (Rizzoli), fui inviato a intervistare Master Choa Kok Sui, ideatore del Pranic Healing, una tecnica che consente la percezione energetica dell’aura vitale, dei chakra (vortici di energia) e di altri tipi di energie che risultano “invisibili” alla maggior parte delle persone. Quell’incontro mi cambiò la vita.

Master Choa Kok Sui

Avevo già manifestato una chiaroveggenza spontanea all’età di 20 anni, forse ereditata da mio nonno Raffaele, il padre di mia madre, che era un normale operaio dell’impianto siderurgico Italsider di Bagnoli, ma possedeva il “dono” di vedere e comunicare con gli spiriti dei defunti. L’incontro con Master Choa diede un senso alle percezioni extrasensoriali che avevo sperimentato negli anni precedenti. Mi resi conto, in fondo, che era una facoltà che possedevano anche altre persone. Quindi decisi di studiare quella formidabile tecnica e nel 2004 fui tra i fondatori a Roma dell’Accademia Italiana di Pranic Healing, e da allora (ad oggi) presieduta dalla mia amica Francesca Angrisani.

Il Pranic Healing attualmente è insegnato in oltre 150 Paesi nel mondo, lo praticano medici, ingegneri, scienziati, formatori, e decine di altre categorie. Uno dei principali allievi di Choa è Master Stephen Ko, il quale insegna il Pranic Healing e la percezione delle energie “invisibili” presso aziende di rilevanza internazionale, come la Intel, oppure presso l’agenzia spaziale NASA, e di recente anche negli eventi formativi del famoso Tony Robbins (autore tra l’altro di libri di successo). Ecco alcune foto al riguardo e – preciso – le mostro solo per fa comprendere l’autorevolezza del Pranic Healing e la fondatezza dell’esistenza di campi energetici intorno a persone e cose.

DIDASCALIAMaster Stephen Ko, uno dei principali allievi di Master Chia Kok Sui, insegna da anni il Pranic Healing e l’arte di percepire le energie praniche. Nella foto sopra è alla Intel Corporation, la multinazionale che produce tra l’altro i più diffusi processori per i computer e gli apparecchi digitali.

DIDASCALIA – Nella foto sopra Master Stephen Ko presso l’agenzia spaziale americana NASA, dove insegna il Pranic Healing (vedi foto sotto).

DIDASCALIAMaster Stephen Ko insieme al noto formatore motivazionale Tony Robbins, e nella foto più sotto a destra, Ko partecipa ai mega eventi formativi di Robbins in cui spiega il mondo delle energie praniche e insegna la Meditazione dei Cuori Gemelli ideata da Master Choa Kok Sui. 

Il test che feci fare ai miei allievi su due libri sigillati in una busta…

Nel 2001 formulai i principi della Psico Neuroenergetica (PNE), che studia la correlazione tra psiche, cervello, computer e onde elettromagnetiche, oltre all’analisi delle energie “invisibili” che emanano le nuove tecnologie digitali. Per anni ho portato avanti da solo dei test di visione pranica intorno ai computer, i cellulari, i tablet e in generale intorno a coloro che utilizzano le nuove tecnologie connesse. Avevo scoperto, ad esempio, che ero in grado di riconoscere subito i lavoratori tecnostressati durante i miei sopralluoghi in aziende per la valutazione dei rischio TecnoStress o espletare i miei corsi di formazione ai sensi del Decreto legislativo 81 del 2008. Mi bastava osservare la loro aura vitale, che risultava congestionata da energie grigio-scure mentre erano sopratutto davanti a un computer.

Nel 2015, durante un corso di PNE, proposi ai miei allievi ( già addestrati a percepire le energie eteriche) un curioso test. Mostrai due buste sigillate che contenevano due libri. Poi li invitai a percepire le energie eteriche che erano presenti intorno alle due buste, collegandosi mentalmente ai libri contenuti all’interno (secondo il principio “l’energia segue il pensiero”). Tra i partecipanti vi erano anche figure dirigenziali, come la direttrice commerciale della Sedin SPA, i due figli dell’amministratore delegato della stessa azienda, una psicologa, e alcuni formatori della sicurezza sul lavoro.

 

Ebbene, il gruppo di allievi comincio a sondare con le mani l’energia “invisibile” intorno alle due buste e più tardi testimoniarono che intorno al busta sigillata 1 percepivano una energia leggera, chiara, luminosa e di colore bianco. Invece intorno alla busta 2 percepivano un’energia pesante, scura, di colore nero. A quel punto dalla busta numero 1 tirai fuori il libro e lo mostrai a tutti: era la Sacra Bibbia – Edizione Cei Uleci (foto sotto a sinistra). Dalla busta numero 2 uscì invece un trattato sulle sette sataniche pubblicato dalla New Compton Editore (vedi foto sotto a destra). Domandai poi a una mia allieva particolarmente brava, Marialuigia, di “vedere” se intorno alla Sacra Bibbia l’energia luminosa era circoscritta o radiante. Si concentrò e infine rispose: «È radiante, come un piccolo sole che si espande…». «Brava, hai visto bene… », le dissi.

Intorno alla libro numero 2, cioè il trattato sui gruppi satanici scritto da autorevoli psicologi e criminologi, gli allievi avevano invece percepito energia scura, pesante, di colore prevalentemente nero (come la copertina del resto). In conclusione rimasero tutti sorpresi ed impararono che i libri emanano una energia invisibile (a molti) e visibile (a pochi). Ecco di seguito i due libri che mostrai…

Visione chiaroveggente sul libro di Sergio Magaldi.

Intorno al libro “L’Amore consapevole” ho osservato un’aura di energia multicolore. Il principale colore è il giallo, cioè una tonalità che fa pensare al sole e alla comunicazione. Questo colore è associato a molti aspetti della vita e della personalità umana, ma in questo caso specifico direi che il giallo evidenzia la natura solare del libro di Sergio Magaldi, ossia la luce calda che trasmette il suo messaggio. Inoltre il giallo è anche uno dei due colori presenti nel chakra Ajna, quello che (tra l’altro) governa il cervello, la mente, i pensieri, la creatività.

Il secondo colore prevalente è il “giallo oro”, un colore associato allo spirito, al divino, alla verità (solo per citare alcuni aspetti, poiché in realtà questo colore meriterebbe un libro). Il terzo e quarto colore che ho osservato, con sfumature più ridotte, è il verde e il rosa: entrambi sono presenti (in sfumature diverse per ogni soggetto) nel chakra del Cuore (Anahata), che oltre a governare il cuore fisico ha collegamenti con la bontà, il coraggio e l’amore.

Va considerato, comunque, che l’osservazione energetica è circoscritta al giorno in cui l’ho effettuata, poiché come accade anche per i chakra, i colori e le dimensioni del campo aurico di qualsiasi oggetto o soggetto possono variare per varie cause che entrano in gioco.

Ma in generale posso dire che  “L’Amore consapevole” sembra aver rispecchiato perfettamente – dal punto di vista energetico – i contenuti che Sergio Magaldi ha profuso nell’atto di scrivere il suo libro. E cioè…

… Luce, il Cristo, Verità e Amore.

 

 

Enzo Di Frenna
 

Click Here to Leave a Comment Below 0 comments

Leave a Reply: